Campionato Italiano Subbuteo

Il Campionato Italiano a squadre di Subbuteo Tradizionale, organizzato dal T.S.C. Black Rose 98 Roma su incarico della Federazione Italiana Sportiva Calcio Tavolo, completa il ciclo dei principali eventi agonistici previsti annualmente nella nostra Penisola e che comprendono la Coppa Italia e i quattro tornei del “Grande Slam” disputati a Livorno, Roma, Pisa, Benevento.

Questi eventi sono stati caratterizzati da grande partecipazione sia per quanto riguarda i tornei a squadre sia in occasione dei tornei individuali. L’introduzione dei tornei a squadre in occasione dei quattro eventi del “Grande Slam” – in precedenza sperimentato solo in occasione di WIMBLEROME 2017 - ha avuto successo confermando la correttezza del percorso avviato dalla Federazione Italiana Sportiva Calcio Tavolo nel settembre 2016.

La nostra disciplina riproduce - con colpi a punta di dito e attraverso miniature di plastica, campi, porte e palloni in scala 00 - l’ambientazione, le strategie e le tattiche del calcio “milionario” che, giocato negli stadi di tutto il mondo, è ormai visibile ovunque grazie a televisori e device di ogni genere. Nel nostro piccolo siamo i custodi di una TRADIZIONE, di un modo di “giocare” e di “socializzare”, alternativo alle “console” e ai ”social”. Abbiamo ora il compito di tramandare alle future generazioni un gioco che, quale che sia la sua data di origine, 1919 (quando uscì un gioco da tavolo chiamato “New Footy”) o 1947 (quando vide la luce il “Subbuteo” di Peter Adolph), ha accompagnato buona parte della vita di quasi tutti gli attuali praticanti.

Siamo depositari di una PASSIONE nata grazie ad un gioco in scatola che, una volta aperta, ha trasformato la nostra stanza in uno stadio con tanto di giocatori, arbitri, panchine, massaggiatori, televisioni, spettatori, cronisti bordo campo, coppe, campionati, classifiche. Il tempo, l’esperienza e la voglia di conoscere altri appassionati ci ha in seguito portato ad affrontare, trasferte sempre più lunghe alla scoperta di luoghi, persone e culture differenti dalla nostra. Così, nel corso degli anni, siamo entrati in contatto e in amicizia con così tanti giocatori che, ormai, abbiamo l’abitudine di mettere la nostra squadra in valigia in occasione di viaggi di piacere o di lavoro. Una connessione reale di persone legate dalla PASSIONE per il Subbuteo…

Il “colpo a punta di dito” è il gesto attraverso il quale si manifesta il nostro TALENTO. Richiede tecnica e concentrazione – tipici del biliardo e degli scacchi – e, in alcune situazioni, velocità di esecuzione. Abbiamo la necessità di accrescere il nostro talento ed utilizziamo il nostro tempo libero per partecipare ad partite amichevoli, spesso in orario serale, vestendo, di volta in volta, i panni del maestro e dell’allievo. I più anziani, forse, ricordano ancora il manuale Subbuteo che, a metà degli anni ’70, invitava a perseverare nelle difficoltà perché, così recitava, … “L’allenamento rende perfetti”. Un messaggio talmente efficace che la maggior parte di noi, ora cinquantenni, non ha alcuna intenzione di smettere.

Nell’ambito dei principali eventi organizzati sul territorio nazionale, la QUALITA’ dei servizi offerti ai partecipanti e delle strutture di gioco destinate alla competizione ha assunto un ruolo sempre più importante. L’effetto collaterale dell’innalzamento dell’età media dei praticanti ha determinato la necessità di una sempre maggiore attenzione degli organizzatori a servizi quali pernottamento, parcheggio, ristorazione, location oltre che all’omogeneità di tavoli, supporti, superfici e accessori di gioco.

Il T.S.C. Black Rose 98 Roma ha fatto della QUALITA’ un punto imprescindibile della propria organizzazione confermando il “pacchetto servizi” che, testato con successo in occasione di WIMBLEROME 2018 e della Serie D del Campionato Italiano a Squadre di Calcio da Tavolo, ha permesso un piacevole week end senza la necessità di spostare la propria auto per le vie di Roma alla ricerca di un improbabile parcheggio.

Con riferimento alle strutture di gioco abbiamo fatto il massimo sforzo possibile per garantire tavoli, supporti, superfici e accessori professionali, uniformi e nelle migliori condizioni possibili. Avremmo voluto fare anche qualcosa di più ma, come logico che sia, il bilancio è sovrano ed era umanamente impossibile spingersi oltre. Spero apprezzerete lo stesso l’impegno profuso per questa occasione.

Il Campionato Italiano a Squadre di Subbuteo Tradizionale, se vogliamo, sarà tutto quanto appena descritto: un appuntamento annuale che, andando oltre la competizione agonistica, ci confermerà custodi della tradizione, alimenterà la nostra passione e accrescerà il nostro talento in cerca di una perfezione che, fortunatamente, resterà una chimera.

Sarà inoltre l’occasione per condividere l’emozione di un viaggio con i propri compagni di squadra sapendo di poter trasformare il mezzo di trasporto che vi condurrà a Roma in un fantastico “spogliatoio” in scala 00. Fate buon viaggio. Non vediamo l’ora di dire a tutti voi: “Benvenuti a Roma!”